Ferrata degli Artisti

Condividi

L’anno scorso, percorrendo il lungo Ponte Tibetano di Claviere, abbiamo avuto un assaggio di ferrata, restando piacevolmente colpiti!

Così abbiamo comprato il kit a inizio estate e finalmente a settembre…prima vera ferrata per Viaggiatorisemplici!

La Ferrata degli Artisti si trova in Liguria, nella frazione di Magliolo. E’ ben segnalata con i cartelli stradali, attenzione solo alle auto basse perchè l’ultima parte di strada è sterrata, è facile toccare!
Noi eravamo con una Fiat Punto e in un paio di punti, anche se andavamo pianissimo, abbiamo strisciato leggermente, fortunatamente senza danni.

Ci siamo trovati alle 9 con un gruppo di amici all’autogrill di Savona, tutti principianti, tre senza alcuna esperienza, noi che come detto prima avevamo fatto una ferrata una molto corta e semplice e una ragazza, l’unica che l’aveva già affrontata…i presupposti per un’avventura 🙂

Una volta lasciata l’auto e presi gli zaini si inizia l’avvicinamento, si prosegue lungo lo stradone sterrato, poi bisogna fare attenzione ad una deviazione sulla destra, segnalata, ma facile saltarla…si vede molto di più in senso contrario!

Da qui si inizia a salire seguendo i bollini rossi e una quarantina di minuti dopo siamo pronti ad iniziare!

E’ una ferrata molto lunga, con alcuni tratti di camminamento tra un settore e l’altro, ma è semplice, ottima per iniziare e per godersi con serenità uno splendido paesaggio, sempre i cresta e con il mare come sfondo! Simone è molto più sicuro di me in queste attività…per cui se sono io a dirlo…credetemi…è perfetta per i principianti! Superata la metà del percorso si trova un ponte tibetano, anche questo non comporta difficoltà, se non psicologiche 🙂 ma se una persona non se la sentisse o ci fosse troppo vento, si può raggiungere l’altro lato attraverso un sentiero.

Ci sono alcuni punti lungo il sentiero in cui ci si può comodamente fermare e riposarsi, ma noi abbiamo preferito fare brevissime soste e pranzare solo una volta arrivati in cima al Bric dell’Agnellino, da cui si gode di una splendida vista!! Arrivare dopo ore alle bandierine che sanciscono la fine della ferrata è una grande soddisfazione!

Ed ora inizia la parte “difficile”… il rientro. La discesa è ripida e molto lunga, in aggiunta alla stanchezza dopo la fine del percorso, sembra di non arrivare mai alla fine 🙂

Siamo arrivati alle auto ben 7 ore dopo…ma c’è da contare che eravamo un gruppetto numeroso e alcuni ben poco avvezzi al mondo della montagna! Ad ogni modo si consiglia di partire presto, e si si va di domenica e si deve rientrare in direzione Savona.

Consiglio: se tornate la sera, nel weekend e siete in direzione Savona, consigliamo vivamente di controllare la situazione traffico con Google Maps. Noi solitamente facciamo in questo modo e anche questa volta, abbiamo evitato 17Km di coda. Un serpentone unico da Finale a Savona.

Come prima esperienza ne siamo usciti assolutamente felici e soddisfatti! Ora si pensa alla prossima!!

Guarda tutte le foto e i video nella prossima pagina!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *