Monferrato in Quad

Condividi

Domenica 2 settembre 2018, giorno memorabile, data del battesimo del quad per Elena!

Erano mesi che avevamo in programma un giro con i quad ma non trovavamo mai il momento adatto. Prima faceva troppo caldo, poi troppo freddo, poi pioveva, poi eravamo impegnati…manco fossimo dei manager di azienda!

Alla fine però siamo riusciti! Abbiamo preso il toro per le corna e abbiamo deciso di prenotare per domenica 2 settembre. Il primo del mese, le previsioni davano pioggia abbondante…meglio! Più fango e più divertimento!

Alle 14:00 arriviamo a Vignale, all’agriturismo “La Pomera”, luogo in cui effettuiamo il checkin e registrazione, giusto una firma sui moduli per lo scarico di responsabilità e lasciamo la carta di credito come caparra (questa è stata l’unica cosa negativa). All’occorrenza, è disponibile un bagno in cui ci si può cambiare. 

Oltre al quad danno in dotazione anche i caschi (e occhiali) ma noi abbiamo preferito portare i nostri, sia per una questione di comodità, ma soprattutto per poter scambiare due parole attraverso gli interfoni!

Alle 14:20, insieme agli altri ragazzi che prendevano parte al tour con noi, seguiamo un rapido briefing su come funziona il quad e come si utilizza. Scopriamo che in tutto siamo 3 coppie e noi, siamo l’unica ad avere un quad a testa! E’ inutile…noi condividiamo molto…ma con i mezzi….ad ognuno il suo… 🙂 Viaggiatorisemplici sempre al top 😀

Si parte!

Ci avviamo per una breve strada asfaltata che ci porta all’imbocco di quella sterrata e da lì inizia il vero e proprio tour.
Io avevo già quidato il quad un paio di volte e avevo già un po’ di confidenza con il mezzo, Elena invece no e per i primi metri era evidentemente tesa. E’ un mezzo strano perchè non è nè una moto nè una macchina e il comportamento delle ruote e dello sterzo è tutto suo.

Passiamo dentro qualche pozza di fango giusto per iniziare a sporcarci! Siamo felici come due bimbi 🙂
Dopo neanche mezz’ora anche Ele è a suo agio sul quad e proseguiamo il tour in mezzo alle campagne monferrine fino alla prima sosta, dopo circa 45 minuti.

Il panorama è molto bello, la strada attraversa le vigne già cariche di uva quasi pronta alla vendemmia, passando dalla cime delle colline al fondo delle valli, si riescono ad ammirare le famosissime colline del Monferrato, molto dolci e lavorate.

Sfortunatamente non siamo riusciti a fare il video che ci eravamo promessi, abbiamo sbagliato a posizione la gopro sulla pettorina e quindi cercheremo (Elena sopratutto, ormai con i montaggi video è un fenomeno) di salvare il salvabile.

Effettuiamo l’ultima sosta (in tutto ne abbiamo fatte 3) a circa 40 minuti dall’arrivo, su una strada in cima ad una collina con vista verso 3 paesi, uno dei quali è proprio Vignale, il paese di partenza.

 

Prima di raggiungere l’agriturirsmo da dove siamo partiti, passiamo per una strada dritta e piena di pozze! Si prende velocità e via! Le abbiamo prese TUTTE!!

Alle 16:30 circa arriviamo a destinazione. 

Ci vengono riconsegnate le carte di credito e ci cambiamo. Volendo c’è la possibilità di farsi anche la doccia in loco al costo di 3 o 5 euro a seconda se si richiedono anche gli asciugamani.

Il costo totale è stato di  105€ (più il buono di un wonderbox).

La strada è stata molto piacevole e divertente. Le guide ci son sembrate competenti e simpatiche. Nel complesso possiamo dire che siamo rimasti molto soddisfatti! E’ sicuramente un’esperienza che si potrà replicare in futuro, magari anche in altre zone!

Dopo questa esperienza ci sentiamo di consigliare tour di almeno due ore: il tempo vola e altrimenti sarebbe troppo breve, soprattutto se è la prima volta e/o si prevede un cambio di pilota…tempo di prendere confidenza e si è già di ritorno! Se nei giorni precedenti piove..è ancora più divertente! In ogni caso meglio portarsi un cambio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *