Giornata “Mari e Monti!”

Condividi

Oggi giornata mari e monti…o meglio…monti e mare, ma suona davvero male!
Siamo partiti per le 8:30 da Savona, questa volta col motorino, carichi di tutto il necessario per andare ad arrampicare, direzione Feglino!
O meglio…quella sarebbe dovuta essere la destinazione, poi non so per quale motivo ho svoltato nell’incrocio precedente e siamo finiti, in linea d’aria vicini, peccato che fossimo nella valle sbagliata!!

Così siamo tornarti a Finale, e finalmente abbiamo imboccato la strada giusta: prendere per Final Borgo, seguire per Feglino e imboccare la strada a destra per Orco Feglino! Lasciamo lo scooter lungo la strada (c’è posto anche per qualche auto) a andiamo a salutare la nostra amica che ci stava aspettando (giusto da 2 minuti…) e ci siamo diretti verso la falesia del Gorilla.

Il lato positivo del Gorilla è dato dall’avvicinamento, molto breve e semplice, quello negativo invece, è dato dal numero di persone che la frequentano che rischia di essere eccessivo in alcune giornate.
Essendo arrivati relativamente presto abbiamo arrampicato in tranquillità. Al mattino è in ombra, inizia ad essere baciata da sole nella tarda mattinata.
Nel nostro “arrampicare semplice” abbiamo fatto (da secondi) le vie n.9 (5a), n. 10 (5b) e n.11 (5b). A noi sono piaciute, la roccia tiene molto, è chiodata bene e si alternano punti con belle prese a punti di placca (che noi adoriamo talmente tanto da passarci sopra più tempo… :D)
Raggiunti anche da un’altra coppia di amici, ci siamo divertiti, arrampicando e facendo foto con la Go Pro (che questa volta non è caduta), fino alle 13:30 circa (pecorella compresa :D)!

Verso le 14, nonostante si fosse rannuvolato, salutiamo tutti e ci spostiamo a Noli, verso quello che potrebbe essere l’ultimo bagno della stagione…. Ma prima…..dovevamo pranzare! Erano le 14:30 passate ma siamo stati fortunati e, ai Bagni Ondina, ci hanno dato ancora da mangiare.

Con lo stomaco pieno, come consigliato da tutte le mamme e nonne del mondo, ci siamo subito buttati in acqua…purtroppo il sole era molto debole, e io sono uscita immediatamente.

Simone invece sembrava un cormorano…spuntava con testa e tubo, dopo un po’ spariva..per ricomparire qualche metro più in la…è così via!

Ha salutato le nostre sogliole, che ormai non si spostano più quando ci vedono arrivare, le nostre orate, che ci hanno sempre tenuto compagnia durante le nuotate, i banchi di sardine, in cui più volte abbiamo nuotato in mezzo ecc….speravamo  di incontrare i cavallucci marini, avvistati e toccati con mano da amici, ma non siamo stati fortunati…sarà l’obiettivo per il prossimo anno….alla prossima estate!!

  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *