Bivacco Boerio mt.3085

Condividi

Il meteo era un po’ incerto e al mattino ancora non eravamo del tutto convinti di partire ma alla fine abbiamo deciso di provare!

Per le 10,30 partiamo da Asti e mettiamo sul navigatore “Sant’Anna di Bellino”, arrivo previsto due ore dopo. Praticamente prima di arrivare a Pontechianale si prende una strada sulla sinistra e si prosegue fino a che non termina, con due piccoli parcheggi in cui poter lasciare l’auto (gli ultimi metri sono sterrati). Da lì parte il sentiero per il Bivacco Boerio, tempo di percorrenza segnato 4h.

Zaini in spalla e via!

L’inizio è dolce, si passano alcune baite, un ponticello e a quel punto la salita si fa più ripida, fino a ritrovare altre baite.

A mano a mano si addolcisce nuovamente fino ad aprirsi una bellissima e pianeggiante valle, contornata da fiori e tantissime marmotte che ci attraversano il sentiero, ci controllano e ci guardano incuriosite, anche uno stambecco fa capolino mentre altri li vediamo solo in lontananza! Sono passate poco più di due ore e decidiamo di fare una sosta “pranzo”. Ci mettiamo a ridosso di una baita per proteggerci dal vento e mangiamo solo una barretta perché mancano ancora alcuni km e soprattutto diversi metri di dislivello!!

Ripartiamo e poco dopo ci troviamo ad affrontare una bella salita ripida, in poco tempo sovrastiamo la valle in cui ci eravamo appena fermati! Facciamo qualche foto, approfittiamo di un tratto leggermente più dolce e poi via verso l’ultimo tratto sempre irto, con gli ultimi metri ad aiutarsi con le mani, aggiriamo un piccolo nevaio e all’improvviso ci troviamo davanti al caratteristico bivacco ottagonale, col lago Mongioia poco sotto!

Stanchi (sono comunque 1200mt di dislivello e le mie gambe e il mio cuore li hanno sentiti tutti 😀 ) ma lo spettacolo ripaga la fatica!

Tempo di sistemarci nel bivacco, assieme ad un signore francese, ci rifocilliamo sul lago approfittando di qualche spiraglio di sole, qualche foto e poi torniamo a scaldarci con un buon thè caldo!

Ci siamo allungati per riposarci in attesa della cena…un ottimo pasto pronto di riso pollo e curry preso da Decathlon (era più buona la versione con la pasta presa due estati fa). Tra una chiacchiera e l’altra si sono fatte le 11 e ci corichiamo tutti in attesa dell’alba!

Il programma era svegliarci prima, salire sul Monte Mongioia e vedere l’alba da lì…peccato che quando ci siamo svegliati tirava un vento fortissimo, le nubi coprivano le cime attorno, così ci siamo accontentati di fare qualche foto poco sopra il bivacco e mentre scattiamo le ultime…inizia a nevicare!!

Torniamo dentro a scaldarci (c’erano bel 6 gradi all’interno!!) e fare colazione (sempre decathlon, per colazione abbiamo preso il porridge al cioccolato, buono davvero!).

A posteriori avremmo dovuto fare la cima direttamente ieri pomeriggio, sbagliando si impara!

Mentre ci prepariamo e facciamo gli zaini il meteo migliora, decidiamo di incamminarci per il rientro.

Dobbiamo fare attenzione solo i primi metri per la presenza di ghiaccio, ma giusto qualche passo, poi la discesa non presenta più alcuna criticità!

A mano a mano che scendiamo il sole inizia a fare capolino e noi iniziamo a fare soste per spogliarci! Abbiamo iniziato con completo termico, pile piumino, giacca in goretex, cappello di lana e guanti per finire nemmeno 3 ore dopo con calzoncini e maglietta :D.

Anche il ritorno ci ha regalato scorci meravigliosi, abbiamo salutato le nostre amiche marmotte, il nostro compagno di bivacco francese, che ha proseguito il suo tour, e per le 10:30 eravamo già dalla macchina.

E’ stata una gita bellissima, i nostri primi 3000mt del 2021, un paesaggio magnifico che passa dal verde intenso al grigio effetto paesaggio lunare, un bivacco accogliente, dotato di materassi, coperte e anche una luce interna!

COSA ABBIAMO MESSO NELLO ZAINO?

ABBIGLIAMENTO

Siamo partiti con indosso i pantaloni da trekking con la cerniera, una maglietta, occhiali da sole, scarponcini alti, calze da trekking (sembra un di più ma avere le calze giuste fa la differenza!)

  • intimo di ricambio
  • completo termico (pantaloni e maglia)
  • un paio di calze
  • maglietta
  • pile
  • piumino
  • guscio (Giacca in goretex)
  • cappellino
  • berretto
  • guanti
  • scaldacollo
  • ciabatte (alcune paia si trovano nel bivacco)

ACCESSORI

  • medicine (aspirina/tachipirina/moment/cerotti/pomata per punture di insetti)
  • cerotti normali e per vesciche
  • coltellino
  • salviette
  • gel disinfettante
  • protezione solare
  • mascherine
  • orologio con gps
  • go pro
  • reflex
  • luce frontale
  • carte da gioco (non usate e presenti nel bivacco)
  • power bank

CIBO

  • due barrette a testa
  • pranzo al sacco
  • buste pronte di riso al pollo e curry/porridge che si preparano con acqua calda
  • frutta secca
  • buste per il the (per noi indispensabili)
  • zucchero
  • gocciole e nutella (non indispensabili ma scaldano il cuore :D)
  • fornelletto a gas e gavetta per due persone
  • camel back da 2 lt a testa
  • borracce portate su vuote per riempirle con l’acqua del lago da usare in cottura

Dati del trekking


Distanza percorsa: 15.5 Km


Durata trekking: 7:25 ore


Dislivello +: 1240 metri
Dislivello -: 1240 metri

Guarda tutte le foto e i video nella prossima pagina!

2 commenti su “Bivacco Boerio mt.3085”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *