La nostra avventura nel Kungsleden in Svezia! – Agosto 2023

Condividi

Girono 5: Alesjaure – Salka (26km)

Oggi è il grande giorno, quello con più km, il giro di boa! Siamo partiti presto, per le 6.00, in modo da darci la possibilità di fare più pause e spezzare il cammino. Alla partenza abbiamo mangiato solo una barretta, giusto da avere un po’ di energia, mentre per le 8.00 abbiamo fatto la pausa colazione. Il tempo anche oggi era bellissimo ma tra alcune parti in ombra, tra il vento forte tagliente, abbiamo avuto un po’ freddino, abbiamo usato così i bastoncini e una mantella per ripararci durante la soste ed è stato molto d’aiuto! Siamo riusciti ad arrivare per pranzo in cima al passo Tjäktja, il punto più alto del percorso. C’è un comodo laghetto per prendere l’acqua per il pranzo e un riparo nel caso dovesse fare freddo (poco prima c’è un mountain cabin nel caso si volesse spezzare la tappa (non c’è lo shop).

Da qui si inizia la discesa per Salka, nel primo pezzo bisogna fare un po’ di attenzione, tra pietre e fango, soprattutto in una giornata di brutto tempo (noi invece dobbiamo stare attenti a mettere la crema solare!), poi si torna a camminare tra passerelle sentieri in falso piano (sempre con qualche pietra per rendere un po’ più scomodo il tutto e poi si arriva in una valle sconfinata! E sarà anche bella, ma moralmente ti abbatte, perchè sai che i km non dovrebbero essere più molti eppure in questa vastità non vedi nulla, nessuna casetta, la stanchezza si fa sentire, e quando non ne puoi più finalmente dietro ad una curva vedi il rifugio!! Alcune ragazze di non so quale nazionalità, arrivate un po’ dopo, ci hanno detto le stesse identiche cose, quindi penso sia un pensiero abbastanza comune :)

Io ero devastata, sono andata a stendermi subito nel letto, volevo restare lì fino al mattino, ma poco dopo arrivano Maury e Vale dicendo che avevano visto una renna!! E che fai, dopo aver fatto già tanti km e aver visto gabbiani resti in camera?? Così in pigiama, con i sandali, recupero giusto piumino e berretto e mi trascino sui sentieri…ma ne è valsa la pena! La nostra prima renna in natura!! Simone, con non so quali energie, ha anche provato ad avvicinarsi un pochino ma lei non era per la socializzazione.

Non ho capito perchè ad ogni cabin i bagni erano sempre più lontani dalla zona notte, e dopo tutti sti km si cercava di ottimizzare anche quell’aspetto :)

Come ogni giorno, ma oggi di più, tanto tanto stretching…

Giorno 6: Salka – Singi (12km)

Oggi una tappa così, con pochi km, ci voleva proprio! Avevamo bisogno di recuperare fisicamente e di svegliarci con calma, fare una bella colazione….VISTA RENNE!!! Mentre mi gustavo il porridge, con gli occhi ancora annebbiati, ho iniziato ad vedere qualche macchia marrone che si muoveva…non erano vicinissime ma è stato emozionante!

Lungo il percorso ne abbiamo viste altre, spesso lungo i fiumi, se non direttamente dentro ai laghi, mentre nuotavano da una riva all’altra, ma erano sempre un po’ lontane. Anche oggi il tempo ci ha graziati con una bellissima giornata di sole, solo qualche leggera nuvola che giocando col vento creava spettacolari disegni. Proprio causa vento la nostra pausa pranzo non è stata lunghissima, a stare fermi la brezza era fresca!

Il dislivello è sempre minimo ma oggi l’ambiente cambia leggermente, è un continuo saliscendi, finchè non si affronta un’ultima discesa che porta nella valle di Singi, un piccolo ma carinissimo mountain cabin.

Bagni sempre più lontani ma questi sono addirittura abbelliti con fiori, messi in dei vasi fatti da corteccia, foto del paesaggio e frasi scritte dai camminatori, davvero molto poetico :)

Mi ricordo una frase che diceva “The best and the worst days of my life”.

Arrivando abbastanza presto e approfittando del meteo, abbiamo deciso di prendere coraggio e lavarci nel fiume! Alla fine bisognava solo superare l’impatto iniziale, dopo era tutto in discesa e anzi, terminato il “bagno” siamo decisamente rinati! Fare attenzione, qui non c’è lo shop!

Durante il percorso c’è la possibilità di prendere una deviazione che porta direttamente a Kebnekaise, ovviamente macinando molti più km!

2 commenti su “La nostra avventura nel Kungsleden in Svezia! – Agosto 2023”

  1. Ciao,
    con quanto anticipo avete prenotato i Mountain Cabin? C’è disponibilità anche senza prenotare?
    grazie
    M.

    1. Ciao! Noi li abbiamo prenotati verso maggio, perché avevamo letto che agosto era comunque il mese più “affollato” ed essendo in 4, dove possibile, abbiamo preso l’intera camera per noi. Mi pare però che dei posti liberi ci fossero sempre, soprattutto in quelli più grandi! Nel caso ti appoggiassi a loro fai il calcolo se ti conviene fare la tessera associativa per il prezzo scontato! Se hai altri dubbi/domande chiedi pure, è un’esperienza che merita e che ci è rimasta nel cuore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.